Bayern Monaco: poker all’Hannover

I bavaresi infilano la terza vittoria consecutiva, ma la distanza dalla vetta resta inalterata.

Il Bayern Monaco sembra essersi messo defnitivamente alle spalle il periodo difficile e all’HDI Arena travolgono con un netto 4-0 sull’Hannover ultimo in classifica. Per i bavaresi si tratta della terza vittoria consecutiva ed in queste tre partite hanno subito solamente un gol contro il Werder Brema.

Tuttavia, la distanza dalla vetta della classifica occupata dal Borussia Dortmund è rimasta invariata, dato che i gialloneri nel posticipo delle 18:30 hanno battuto il Werder Brema 2-1, riportandosi a +9 sugli attuali campioni di Germania. Per quanto riguarda la partita, il Bayern ha camminato davvero sul velluto, sbloccando il risultato dopo appena due minuti con la rete di Joshua Kimmich che ha fatto pendere fin da subito la partita a favore dei bavaresi.

Nonostante sia l’Hannover a giocare in casa, a giocare è solo il Bayern che detta i tempi di gioco e trova il raddoppio intorno alla mezz’ora con Alaba, chiudendo già la partita. Nella ripresa, i bavaresi non si fermano ed al 53′ firmano il tris con Gnabry che continua a segnare con una certa continuità. Passano solo nove minuti ed il Bayern cala il poker con il solito Lewandowski che non poteva certo non timbrare il cartellino.

Messo in cassaforte il risultato, i bavaresi non tolgono il piede dall’acceleratore e creano altre occasioni per rendere ancora più rotonda la vittoria, ma alla fine il risultato non cambia. Non avrà accorciato sul Dortmund, ma il Bayern sa bene di dover continuare a vincere se vuole impensierire davvero i rivali e tentare quella che sarebbe una grande rimonta. Non sarà facile, ma può accadere ancora di tutto e dare per morti i bavaresi sarebbe un grave errore.

 

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese e asiatico
Tutti i post di Danilo Servadei