Barcellona, Luis Enrique ha deciso: si prenderà un anno sabbatico, ma non esclude il ritiro

Luis Enrique ha deciso: a fine stagione si prenderà un anno sabbatico. “Piani per il prossimo anno ? Allenerò, ma sulla spiaggia di San Lorenzo, a Gijòn”-sua città natale, ndT. Queste le sue recenti dichiarazioni.

Irremovibile quindi la decisione del tecnico del Barcelona, club che sta vivendo l’ennesima stagione al top-o quasi- della sua storia: Liga ancora in bilico, in balia dell’eterna lotta con il Real Madrid,  finale di Coppa del Re già conquistata sì come i quarti di finale di Champions League, dove i blaugrana, come noto, affronteranno la Juventus in una avvincente doppia sfida.

Un rapporto, quello fra il tecnico ed il club catalano, che continua a produrre i suoi frutti, ed al quale Luis Enrique deve tanto. Con il Barça infatti lo spagnolo ha vinto praticamente quello che è finora il suo intero palmares da tecnico: in particolare il magico 2015 con il 2° triplete della storia del club-con la Champions vinta in finale sempre contro la Juve-e con i trionfi anche in Supercoppa Europea-soffertissima vittoria nel tennistico 5-4 dopo i tempi supplementari contro il Siviglia –ed il Mondiale per club. Senza contare i trionfi ottenuti anche da calciatore con la casacca blaugrana.

Successi che irrimediabilmente hanno legato sempre di più lo spagnolo ai blaugrana, inequivocabili le sue dichiarazioni in merito “Non lascio il Barça per allenare da altre parti, non c’è un posto migliore di questo per allenare.” Affermazioni che potrebbero far pensare che questo anno sabbatico possa rivelarsi solo un preludio ad un abbastanza precoce abbandono della carriera da tecnico.

In questo modo, Luis Enrique ripercorrerebbe parzialmente le orme di uno dei suoi predecessori, forse il più illustre, Pep Guardiola, che dopo anni di successi da tecnico blaugrana, si ritirò per un anno, che trascorse quasi totalmente nel suo lussuoso appartamento a New York. Parzialmente, appunto, dato che dopo Guardiola tornò ad allenare, Bayern Monaco prima e Manchester City adesso, con risultati certamente meno brillanti.

Potrebbe forse essere questa la motivazione che spingerebbe Luis Enrique al ritiro, la volontà di chiudere la sua carriera da tecnico alla grande, evitando di ‘sporcarla’ con eventuali successive debacle. 

Salvatore Sabato

Informazioni sull'autore
Laureando in chimica industriale. Da sempre devoto alla cultura e al sapere. In generale, sapere, qualunque cosa, ritengo sia sempre importante. Una grande passione per il giornalismo. Anche - ma non solo - sportivo. Fiero di collaborare ormai da tempo a questo progetto.
Tutti i post di Salvatore Sabato