Atalanta-Juventus, Allegri: “Domani vince chi sbaglia meno. Infortunio di Bonucci meno grave del previsto”

La partita è in programma domani sera alle 20:45.

L’incredibile vittoria contro la Lazio è ancora negli occhi di tutti, ma dopo questa grande prova d forza, per la Juventus arriva un’altra gara molto difficile nel giro di tre giorni. Domani i bianconeri scenderanno in campo a Bergamo contro l’Atalanta nella sfida valevole per i quarti di finale di Coppa Italia che ricordiamo sono a partita secca.

Una partita da dentro o fuori, quelle che piacciono tanto a Massimiliano Allegri che stamani ha presentato la partita contro la Dea di domani sera. Il tecnico bianconero ha affermato come queste partite siano molto importanti per preparare al meglio la sfida di Madrid contro l’Atletico, ancor di più se con avversari di livello e l’Atalanta lo è di certo. Un Allegri che può sorridere in quanto per questa partita non avrà a disposizione solamente Bonucci, infortunatosi a Roma, mentre tornano tra i convocati giocatori importanti come Pjanic e Khediraanche se solo il primo dovrebbe partire dall’inizio. In campionato, Cristiano Ronaldo entrò a gara in corso con la Juve sotto nel risultato e di un uomo ed anche domani il portoghese potrebbe nuovamente partire dalla panchina, con il tecnico bianconero che afferma che un po’ di riposo potrebbe giovargli: “Cristiano sta facendo grandi cose a livello fisico oltre che di gol. A livello di quantità siamo come a Madrid, a livello di intensità fa di più qui. È anche vero che la stagione qui è più lunga perché il Real ha iniziato a giocare a dicembre come quando era a venti punti dal Barcellona e ci sta sia un momento di rifiatare, anche se questa è la settimana più lunga perché avremo tante partite ravvicinate”.

Come detto, l’assente di lusso assieme a Mandzukic sarà Bonucci ma Allegri ha voluto rassicurare tutti, in quanto i tempi di recupero del difensore non sono molto lunghi e potrebbe rientrare in tempo per sfidare l’Atletico Madrid in Champions League. Per quanto riguarda la partita di domani, il tecnico è sicuro del fatto che vincerà la squadra che sarà più fredda e sa che non sarà facile avere ragione dell’Atalanta, con la Juventus uscita vincitrice solamente una volta da Bergamo nelle ultime quattro partite: “Non sarà semplice, l’Atalanta ha il miglior attacco, è in grande condizione, domenica ha recuperato una grande partita. L’Atalanta a livello fisico è una delle poche che riesce a stare al nostro livello, ma è diverso dalla partita di campionato. Ci sarà più pressione e quelle partite le vince chi fa meno errori“.

Sul mercato è ormai fatta per l’arrivo di Caceres, difeso a spada tratta da Allegri nella conferenza stampa pre-Lazio, ed il difensore rientra già fra i convocati di domani. L’uruguagio sarà l’ultimo giocatore ad arrivare in questa sessione, parola del tecnico livornese in quanto la rosa e soprattutto il reparto difensivo è a posto, considerando anche che i tempi di recupero di Bonucci non sono molto lunghi: “Non si può stare con otto centrali perché si ha paura che si fa male uno. Se si fa male uno gioca un altro, se no bisogna prendere otto giocatori di ogni ruolo e si fanno le squadre di cento. Se manca uno giocherà un altro, non è un problema“.

Domani, per quanto riguarda l’undici titolare, giocherà Szczesny in porta e non Perin per dare continuità al polacco, autore di una grande prestazione a Roma. In avanti di sicuro giocherà Dybala, mentre Bernardeschi dovrebbe partire dall’inizio al posto di Douglas Costa, titolare a Roma. A centrocampo, oltre a Pjanic, giocherà titolare Matuidi che, a detta di Allegri, si è riposato a Roma, avendo giocato non bene. In difesa ci sarà Rugani al fianco di Chiellini, mentre sulla destra torna titolare Joao Cancelo, devastante nell’ultimo turno di campionato. A sinistra, invece, in ballottaggio sono Alex Sandro Spinazzola e solo domani il tecnico livornese scioglierà i dubbi. Dovesse riposare Cristiano Ronaldo, ci sarà un’altra opportunità per Kean.

 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese e asiatico
Tutti i post di Danilo Servadei