Arsenal, inutile Aubameyang: solo pareggio contro il Wolverhampton

L’Arsenal getta al vento altri tre punti facendosi raggiungere in casa anche dal Wolves e la zona Champions continua ad allontanarsi.

Il grande avvio di stagione aveva illuso un po’ di tutti in quel di Londra e l’Arsenal ha pensato bene di riportare i tifosi con i piedi per terra nelle ultime settimane. Ad eccezione della prova di Anfield, la squadra ha deluso nelle ultime partite, faticando tantissimo nel battere in Europa League il Vitoria Guimaraes e lasciandosi scappare punti preziosi contro formazioni modeste.

Con il pareggio di ieri per 1-1 contro il Wolves, l’Arsenal ha infilato la terza partita consecutiva senza successo (due pareggi ed una sconfitta) ed ha vinto solamente una delle ultime cinque partite di Premier. I problemi si sono visti anche sul campo, con i Gunners che faticano nello schiacciare l’avversario, soprattutto in casa dove ha subito l’ennesima rimonta, non chiudendo la partita.

Anche contro il Wolves si è ripetuto ciò, con l’Arsenal che ha giocato un primo tempo positivo, seppur non sfavillante, trovando il vantaggio con Aubameyang al 21′, ma scomparendo nella ripresa. I Gunners, infatti, nel secondo tempo non calciano mai in porta al contrario del Wolves che, pur lasciando il possesso palla agli avversari, riesce a rendersi più pericoloso dalle parti di Leno.

Non è un caso quindi che al 76′ arrivi l’inevitabile pari ospite con Raul Jimenez che piazza il pallone in porta su assist di Joao Moutinho. La partita si chiude sull’1-1 e tra i tanti mugugni dell’Emirates Stadium, con alcuni tifosi che chiedono addirittura l’esonero di Emery. Tuttavia, l’Arsenal ha ribadito la propria fiducia al tecnico spagnolo, smentendo rumors che davano la società in contatto con José Mourinho.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese e asiatico
Tutti i post di Danilo Servadei