Aic e Lega, appuntamento per confermare il taglio degli stipendi

Il mondo del calcio è completamente fermo per colpa dell’emergenza Coronavirus e, attualmente, non si vedono assolutamente i margini per una ripresa immediata. Anzi, in realtà, il problema legato al contagio è stato sottovalutato fin troppo. Ad ogni modo, Aic e Lega stanno discutendo su come proseguire il rapporto, in modo particolare quello contrattuale, fino a quando la ripresa non sarà effettiva.

Aic e Lega

Da una parte c’è Tommasi e l’Assocalciatori, che ha voluto mettere in evidenza come il modello proposto dalla Juventus sarà probabilmente quello da seguire, cercando di trovare un accordo che possa soddisfare tutti. Al contempo, però, Tommasi ha voluto ricordare come si tornerà a giocare solo ed esclusivamente quando ci saranno le condizioni per poterlo fare in totale sicurezza, prendendo in considerazione anche la possibilità che i campionati possano essere cancellati.

Si ferma lo sport, ma non il gioco online

Intanto, l’emergenza non sembra coinvolgere più di tanto l’universo delle scommesse online, dal momento che ci sono ancora diverse soluzioni che permettono di piazzare delle puntate sulle proprie squadre del cuore. Anche se i campionati sono fermi, infatti, i migliori siti di scommesse sportive online offrono delle alternative molto interessanti, come ad esempio le virtual bets.

In poche parole, si tratta di eventi che vengono simulati relativi a varie discipline sportive. I bookmakers propongono diverse tipologie di quote e di scommesse, esattamente come se si trattasse di un evento reale. Interessante notare come gli utenti potranno godersi la trasmissione in streaming di tali eventi, che hanno durata molto compressa, pari a circa 3 minuti. Tra i vari sport coinvolti in tali simulazioni troviamo il calcio, ma anche badminton, tennis tavolo, corse di moto, ippica, tennis, tiro con l’arco e ciclismo, e molti altri ancora.

Il mondo dello sport italiano è fermo

Non c’è solamente il calcio che ovviamente si è dovuto fermare per via dell’emergenza legata al diffondersi del Coronavirus, ma anche tutte le altre discipline sono state bloccate. Il rinvio dei Giochi Olimpici è il segnale più importante di quanto sia grave la situazione non solo a livello italiano, ma più in generale in tutto il mondo.

Il fatto che tutti i più importanti eventi sportivi del 2020 siano stati ritardati oppure rinviati all’anno prossimo, è la perfetta testimonianza di come l’emergenza non terminerà proprio a breve. Se nel mondo dell’atletica chiaramente sono tutti fermi, è interessante ascoltare le parole di chi questo settore lo conosce benissimo e ha vinto di tutto in carriera. Stiamo parlando di Fiona May e dell’intervista che ha rilasciato a L’insider in occasione della festa delle donne, che si festeggia l’8 marzo di ogni anno.

Parole molto importanti quelle dell’ex primatista di salto in lungo sia a livello olimpico che mondiale, che ha parlato a lungo soprattutto del ruolo delle donne nel mondo dello sport e soprattutto in quello dell’atletica. Se alcuni passi in avanti negli ultimi anni sono stati fatti, è innegabile come serva fare ancora di più, soprattutto a livello dirigenziale, dove le quote rosa sono veramente ancora troppo poche. La May, poi, ha voluto analizzare anche il rapporto tra mamma e atleta, sottolineando come non ci sia la corretta considerazione da parte di Federazioni e opinione pubblica di quanto sia complicato rivestire questo doppio ruolo per una donna che vuole sempre primeggiare nello sport che ama, ma che al contempo deve affrontare preoccupazioni e paure legate all’avere un figlio, che spesso rimane lontano per via di gare e allenamenti.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€