Risultati Live Segui i risultati in tempo reale con LiveScore di Stadio Sport
Centro statistiche Tutti i numeri e le statistiche dello Sport
Comparazione quote Confronta le quote dei bookmakers e vinci le tue scommesse

Italia, Prandelli: “Osvaldo e Pazzini per il nuovo modulo”

Scritto da |
Cesare Prandelli

Dopo l’esaltante ma perdente esperienza in Polonia e Ucraina, da ieri ha avuto ufficialmente inizio il secondo ciclo dell’era Prandelli nella nazionale italiana per il raggiungimento della qualificazione in Brasile per i prossimi Mondiali.

Le convocazioni sono state oggetto di commenti e dubbi da parte degli addetti ai lavori, ma Prandelli ha così spiegato le proprie scelte: “Abbiamo iniziato questa stagione pensando di poter cambiare anche il modo di stare in campo, anche per i problemi di Balotelli. Per questo abbiamo richiamato Pazzini e Osvaldo. Così vogliamo dimostrare che tutti possono arrivare in Nazionale”.

Il campionato italiano è sicuramente partito nel migliore dei modi, con partite interessanti e piene di gol: “Ci sono state partite molto interessanti. Per il periodo si è visto ritmo alto e buona intensità di gioco”.

Non poteva mancare un commento per l’esclusione di Cassano“Chiellini e Thiago Motta sono assenti per gli infortunio patiti ad Euro2012, hanno fatto meno vacanza e li abbiamo fatti rimanere a casa. Antonio per sua ammissione è al 60% e così gli abbiamo permesso di continuare a lavorare. Non possiamo lavorare sul recupero dei giocatori. Non posso rischiare di giocarmi un cambio per un calciatore in non perfette condizioni. Sono gare di qualificazione al Mondiale e dobbiamo subito pensare al risultato”.

E’ tornato in nazionale anche l’oriundo Osvaldo, la scorsa stagione ad un passo dall’Europeo“Nell’ultimo periodo della scorsa stagione l’ho visto troppo nervoso, ma sul piano tecnico rientra a pieno nel quadro degli attaccanti moderni”.

Sul movimento italiano in piena crisi: “Ripenso sempre alla Supercoppa di due anni fa fra Inter e Roma. C’erano due italiani in campo. Nell’ultima invece ce n’erano molti di più. Non so se la scelta del Milan di puntare su tanti giovani sia dovuto alla crisi, ma è una situazione giusta”.

Chiusura emozionante sul ritorno di Toni alla Fiorentina“Ho sorriso. Conoscendo Luca ed il presidente Andrea Della Valle so che si rispettan e si stimano. E’ un bel gesto d’amicizia, un gesto sportivo, secondo me Luca si presenterà ai suoi “nuovi” tifosi nel modo migliore. Anche se ha 35 anni”.

Benito Letizia

Lascia un commento:

Leave a comment

You must be Logged in to post comment.